Cranio-Sacrale

La terapia cranio-sacrale è una tecnica di trattamento olistico che prevede un tocco molto leggero dell’operatore sulle ossa craniche e sulla colonna vertebrale, alla ricerca di un contatto con il ritmo cranio-sacrale della persona per stimolarlo.

Questa tecnica è in grado di apportare benefici a tutti i livelli: da semplice trattamento anti-stress, esso può essere in grado di riequilibrare la postura, i muscoli, l’apparato gastroenterico e di migliorare la respirazione. Essa è dunque risultata idonea in molti casi nella cura della sciatalgia, dei mal di schiena, dei traumi da parto, colpi di frusta, emicranie, scoliosi, vertigini e problemi dell’articolazione mandibolare.

Dal punto di vista operativo, il terapista praticherà l’ascolto del sistema cranio-sacrale, stimolando la circolazione del liquor. Questo liquor è un fluido trasparente che permea l’intero sistema nervoso centrale mantenendolo in sospensione, proteggendolo, nutrendolo e contribuendo alla regolazione della pressione intracranica.

Nonostante la delicatezza con la quale viene praticata, la terapia è in grado di intervenire sull’intero organismo agendo profondamente sul sistema nervoso, influenzando sia il sistema ormonale che quello immunitario, favorendo quindi l’armonia degli stati psicologici ed emotivi e stimolando uno stato di benessere che favorisce l’armonia tra corpo e mente.

head-650878_960_720

Questa tecnica è stata messa a punto dall’osteopata John E. Upledger, professore di Biomeccanica della Facoltà di Medicina Osteopatica pressa l’Università del Michigan. Oltre trent’anni fa, nel corso di un intervento chirurgico, egli osservò un movimento delle membrane interne al cranio fino ad allora mai rilevato, e cominciò a studiarlo cercando risposta.

Fu così scoperto il ritmo cranio-sacrale e dopo anni di ricerche fu messa a punto una metodologia fondata su questo movimento fisiologico. Questo ritmo garantisce la corretta e costante nutrizione del cervello, l’organo deputato al mantenimento degli equilibri fisiologici e psicologici nell’essere umano, e appare modificato in presenza di patologie organiche o in seguito a traumi, fisici o psicologici.

Il sistema cranio-sacrale prende nome dalle ossa che, insieme alle vertebre, circondano il sistema nervoso, cioè le ossa del cranio e l’osso sacro. Il cervello e il midollo spinale sono ricoperti da membrane protettive che formano intorno ad essi una sorta di involucro unico, nel quale circola il liquido cerebrospinale. Questo liquido viene prodotto e riassorbito all’interno della scatola cranica creando un ritmo, che si propaga in tutto il corpo come un movimento leggerissimo, sia in corrispondenza delle varie ossa del cranio e lungo tutta la colonna vertebrale fino all’osso sacro, sia nelle partì periferiche del corpo attraverso la fascia connettivale.

Contatti
Via Edoardo Bassini, 13 - 00151 Roma 349 60 34 360