Tutti i corsi

Joy Yoga – Roma – Monteverde

Vinyasa
Come elemento della pratica dello yoga, vinyasa è un particolare stile di yoga moderno e dinamico, in cui movimento e respiro sono collegati in un flusso che aiuta la transizione da una posizione alla successiva. È uno stile di yoga energico, la cui pratica migliora la forza, la flessibilità e l’equilibrio. Seguendo il principio del flusso armonico di respiro e movimento, la mente di chi pratica è presto agganciata dal flusso stesso, distolta dai suoi schemi abituali e portata a livelli superiori di consapevolezza.
Le classi di Vinyasa spesso sono accompagnate dalla musica in base alla quale si crea una coreografia di movimenti, collegando le posizioni l’una all’altra con una sequenza spesso diversa, che rende le classi sempre nuove.

Martedì e venerdì: 13.30 – 14.40

Hatha yoga
Lo Hatha yoga è lo stile di yoga più diffuso in Occidente. Si basa soprattutto sulla pratica delle asana, cioè di posizioni del corpo da mantenere in maniera comoda e stabile.
Il termine Yoga in sanscrito significa unione. Lo Hatha yoga con le proprie pratiche promuove l’unione, intesa come armonia ed equilibrio, tra corpo e mente. I benefici dello Hatha yoga coinvolgono la salute psico-fisica. Grazie alla pratica delle asana il corpo diventa più flessibile, i muscoli e le articolazioni via via perdono la rigidità causata da una vita troppo sedentaria grazie ad esercizi fluidi ma comunque mai troppo faticosi, mentre le ossa si rigenerano proprio grazie al movimento. Lo Hatha yoga migliora la postura e può risultare benefico per alleviare il dolore soprattutto per chi soffre di mal di schiena ed ha una decisa azione calmante e rilassante anche grazie agli esercizi di respirazione.

Mercoledì e venerdì: 18.00 – 19.10 

Basic Yoga flow
Basandosi sull’Hatha yoga, accoglie i principi fondamentali del Vinyasa in termini di fluidità delle posizioni a cui si somma un’assoluta libertà di combinare e unire, ma in modo più lento. Diventa qualcosa che ha un andamento non troppo ridimensionato o costretto in una sequenza. Il tempo e la scansione delle posizioni non sono fisse e ne guadagnano flessibilità e forza simultaneamente, rispettando le capacità di ognuno.

Martedì e giovedì: 18.30 – 19.40

Yin yoga
Lo Yin yoga deriva dalla tradizione taoista e si concentra su posizioni passive che interessano il tessuto connettivo principalmente nei fianchi, nel bacino e nella parte lombare della colonna vertebrale. Le posizioni sono mantenute per un tempo che può oscillare tra uno ed anche 10 minuti. Gli obiettivi sono molteplici, tra cui quello di aumentare la flessibilità, favorire un senso di liberazione in tutto il corpo e di lasciarsi andare. Rappresenta una modalità molto interessante per imparare le basi della meditazione e per calmare la mente. Come tale, è l’ideale per gli sportivi che hanno bisogno di allentare la tensione nelle articolazioni oberate di lavoro ed è anche benefico per chi ha bisogno di rilassarsi.

Mercoledì: 19.30 – 20.40

Ginnastica Osteopatica
Le classi di ginnastica osteopatica permetteranno gradualmente di riassestare gli squilibri del corpo connessi a problematiche della struttura muscolo-scheletrica, della biochimica e delle emozioni, e di migliorare la performance atletica e la forza muscolare in maniera del tutto naturale. Lavorando infatti sulle catene muscolari, sul controllo ed armonizzazione della postura, sulla mobilità articolare (attraverso il miglioramento dell’elasticità e dell’allungamento muscolare) e sui punti neurovascolari e neurolinfatici del corpo, si avrà una regolazione del sistema Tonico Posturale. I punti chiave di una lezione tipo si focalizzano su attivazione e mobilizzazione articolare; stimolazione propriocettiva e coordinativa; potenziamento muscolare e ginnastica respiratoria.

Giovedì: 9.00 – 10.00

Ginnastica Posturale
Frutto della sperimentazione dell’insegnante Cristina Mazzoni, la Ginnastica Posturale si arricchisce nella pratica delle note dei suoni della natura e partendo dalle posizioni dal pavimento, fino a passare a quelle in stazione eretta, si vive un passaggio fluido e armonico dall’ascolto di sé nel “qui ed ora” all’ “agire me nello spazio”.
Attraverso questo percorso vissuto in fluidità, in collegamento con il respiro, l’esperienza dell’allungamento con lo stretching risulta molto profonda consentendo di entrare in armoniosa relazione con lo spazio e di muoversi al suo interno per sentirlo propriocettivamente.

 

Contatti
Via Edoardo Bassini, 13 - 00151 Roma 349 60 34 360